LA SERLIANA  

                                        Associazione culturale

 

 

Venerdì 22 Febbraio  2019    h.17.00

Gli incontri del Venerdì

“Questione di punti di vista”:

 prospettive, trompe-l'œil, quadrature e  anamorfosi

 

Incontro a cura della la dott.ssa T. Daga

Prenotazione obbligatoria allo 06-452215171

 

Quella di creare una profondità immaginaria, uno spazio che non c’è al di là del muro, è una lunga storia che vorrei raccontare.

 

Fin dall’antichità la pittura ha cercato attraverso artifici ed inganni visivi di simulare l’illusione dello spazio. Si pensi alle finte architetture che gli antichi romani dipingevano sulle pareti delle loro domus o ai coretti dipinti da Giotto nel 1306 nell’abside della Cappella degli Scrovegni a Padova.

 

Ma è il Rinascimento ad elaborare un sistema di disegno prospettico assolutamente scientifico e pensato secondo il punto di vista di un osservatore reale.

A Firenze agli albori del ’400, il suo inventore l’architetto Filippo Brunelleschi e i suoi illustri colleghi Masaccio e Donatello saranno i primi a sperimentare il nuovo metodo in architettura, in pittura ed in scultura.

 

Da quel momento non ci saranno più limiti agli specialisti del genere: dai quadraturisti dell’età barocca – capaci di aprire cieli infiniti sulle volte di chiese e di palazzi - ai moderni artisti di strada come Julian Beever che, armati di gessi colorati, attraverso l’anamorfismo creano formidabili illusioni ottiche.

Non mi resta che augurarVi buon divertimento… (T.D.)