LA SERLIANA  

                                        Associazione culturale

 

 

Venerdì  23  Marzo  2018    h.17.00

Gli Incontri del venerdì

 

Le signore della pittura

Le donne dell’arte dal Rinascimento al Seicento

 

Incontro a cura della la dott.ssa T. Daga

Prenotazione obbligatoria allo 06-452215171

 

 

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/b/b9/Self-portrait_by_Judith_Leyster.jpg/220px-Self-portrait_by_Judith_Leyster.jpg

Dopo l’incontro sulle donne artiste dell’età moderna, torniamo a ritroso nel tempo e, anche se non è facile stabilire quando le donne abbiano cominciato a dipingere, è solo alla metà del ‘500 che qualcosa cambiò.

Infatti per molte di loro, soprattutto nel Medioevo, è difficile ricostruirne le storie, rese invisibili da un’attività svolta quasi esclusivamente tra le mura di casa o del convento e che le vede impegnate prevalentemente  in arti minori e anonime come il ricamo, la tessitura o la miniatura. 

 

Poi nel ‘500, con il graduale affrancarsi dell’arte da meccanica a liberale e lo svilupparsi del mecenatismo di corte, seppur limitatamente, per alcune donne fu possibile dedicarsi alle arti. Come scrive Anna Banti :”…certi padri cominciarono a vezzeggiare le loro bambinette, che, furbette, non tardarono a profittarne”. E’ il caso della cremonese Sofonisba Anguissola che, educata da un padre liberale e ambizioso,  conoscerà una gran fama alla corte di Spagna; o ancora di Marietta Robusti, la primogenita di Tintoretto, attiva per quindici anni nella bottega paterna.

 

Con il Seicento accanto alla chiaccherata Artemisia Gentileschi, assurta agli onori della cronaca per uno stupro che fece scalpore nella Roma del tempo, molte altre personalità femminili riuscirono a ritagliarsi uno spazio sulla scena artistica, da Lavinia Fontana a Elisabetta Sirani, da Clara Peeters a Judith Leyster.

 

Comincia così questo lungo e faticoso processo di emancipazione femminile nel mondo dell’arte, e oggi più che mai è giusto riscoprire queste importanti artiste e ridare loro un volto e una storia. (T.D.)